La Bolognano del Vino

Uno dei comuni del Vino della guida “Quattro Calici”, Bolognano è posto ad un’altitudine di 276 metri s.l.m. La sua posizione privilegiata nell’area pedemontana della Majella rende Bolognano la culla dei vigneti, dove i produttori locali ottengono uve per vini di standard elevatissimi.

Grazie alle sue dolci colline, infatti, il territorio di Bolognano è ideale per la viticoltura. Non solo grazie al suo terreno, ma soprattuto grazie al vento che soffia, moderato ma costante, permettendo alle vigne di non soffrire mai l’umidità.

Foto di Sandra Di Giantomasso @sdigiant

Due delle principali attività di promozione del nostro vino sono da sempre statae “Cantine Aperte” e “Bacco in Musica“. 

Cantine Aperte rappresenta una vera e propria festa del Vino in tutta Italia, ma qui a Bolognano si trasforma in un’occasione di festa, amore per la musica e per l’arte.

Alzi la mano un abruzzese che non ha mai passato l’ultimo week-end di Maggio sdraiato sul prato della Cantina Zaccagnini, con un calice di rosso tra le mani?

Impossibile non riconoscere il suo Tralcetto - fiero e inconfondibile. Sapientemente intrecciato da anni attorno al collo delle bottiglie.

Zaccagnini è tra i fiore all'occhiello del vino Abruzzese, non solo in Italia, ma in tutto il mondo.
Una tradizione che si tramanda dagli anni cinquanta, quando Anna spillava e portava in tavola il vino direttamente dalla botte

Dopo aver creato nel 2002 la prima etichetta Natarelli, Luigi continua a produrre i vini della sua famiglia.

"Il Tralcetto", simbolo del legame indissolubile del vino con il suo territorio.

Non solo un simbolo, ma un vero e proprio caso di Marketing. Il Tralcetto di Zaccagnini è il simbolo del legame tra vino e il ramo della vite che l’ha creato. 

Cinge il collo della bottiglia a ricordare, fieramente, il territorio di Bolognano dove nascono tutti i vini Zaccagnini, prima di raggiungere tutti i calici del mondo.

0 Condivisioni